martedì 14 aprile 2020

Il mio mappagiorno























C’è una mappa per fare colazione, una per andare a scuola e persino una per la corsa a ostacoli di cani!

I bambini adorano le mappe, e imparare a leggerle e a disegnarle in modo divertente e naturale aiuta a sviluppare le abilità spaziali, da cui dipende il modo in cui capiamo e interagiamo con il mondo che ci circonda.
I luoghi che abitiamo, le attività che facciamo e le cose che impariamo hanno infatti tutte una profonda dimensione spaziale: da quando ci alziamo al mattino a quando ci corichiamo la sera, sono infinite le occasioni in cui siamo chiamati a pensare e agire tenendo conto della posizione o della relazione tra le informazioni e gli elementi che ci circondano.

Il mio Mappagiorno utilizza un approccio originale alla spazialità, fatto di rappresentazioni intuitive e scenari mutevoli. Leggendo la storia, ma soprattutto consultando le mappe, semplici ed efficaci, i piccoli lettori potranno infatti comprendere i comportamenti di Flora, la protagonista, arricchendo contestualmente le proprie strategie di pensiero.
Per i piccoli lettori (4/7 anni), il triplice scopo di questo libro è di:
  1. Mostrare ai lettori che le mappe possono veicolare diversi tipi di informazione, raccontando qualsiasi tipo di storia a volte in maniera anche più facile delle parole.
  2. Incoraggiare i bambini a disegnare le proprie mappe e i propri schemi. Sviluppare le competenze spaziali infatti è importante per molti aspetti della vita, incluso l’apprendimento della matematica e delle scienze in genere.
  3. Introdurre un lessico e dei concetti di base relativi alla cartografia, e dimostrare perché sono importanti.

Il mio Mappagiorno include una Guida didattica per adulti, a cura di Giovanni Donadelli, che spiega come e perché è importante allenare il pensiero spaziale fin dai primi anni, e giochi e attività per accompagnare i bambini a disegnare mappe e potenziare gli apprendimenti di concetti matematici e scientifici.

La dimensione spaziale arricchisce tutto ciò che facciamo, conosciamo e amiamo, permea tutte le sfere dell’esperienza umana e ci permette di relazionarci. Per questo - fin dalla nascita - è fondamentale leggere, giocare e vivere gli spazi del quotidiano e della fantasia. I libri della serie Spaziamo di Erickson accompagnano bambine e bambini a diventare «spazialmente» consapevoli, contribuendo a farli crescere cittadine e cittadini responsabili attraverso un progetto editoriale mirato a promuovere l’educazione alla spazialità con la pubblicazione di materiali (albi illustrati fantasiosi e intelligenti, quaderni originali e giochi divertenti) che stimolano l’immaginazione, l’azione e il pensiero geografico.

Julie Dillemuth, dottore di ricerca., si è sentita disorientata dalle mappe fino a quando ha capito come leggerle e crearle. Ispirata da una mappa particolarmente difficile, è diventata una geografa specializzata in cognizione spaziale. Scrive libri per bambini a Santa Barbara, in California, dove la costa occidentale si affaccia a sud. (www.juliedillemuth.com)

Laura Wood è un’illustratrice indipendente che vive attualmente nella meravigliosa città di Bristol, in Gran Bretagna. I suoi lavori sono pubblicati in albi illustrati, manuali scolastici, applicazioni digitali. Di giorno passa il tempo nel suo studio, a dare vita a storie. La sera, invece, le piace indossare le scarpe da ballo e danzare lo swing sotto le stelle. È fieramente rappresentata dagli adorabili colleghi della Good Illustration Agency.

Giovanni Donadelli è insegnante di scuola primaria, formatore e dottore di ricerca in Geografi a. Attualmente è conservatore e responsabile dei servizi educativi del primo Museo di Geografi a d’Italia presso l’Università di Padova. Dal 2014 è consigliere nazionale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia.

Pagine: 40 pagine illustrate
Prezzo: € 14,50
Età: 4/7 anni
Libreria: maggio 2020

Nessun commento:

Posta un commento