lunedì 31 ottobre 2016

Booktrailer Superstudenti

venerdì 21 ottobre 2016

Dominion (Nexus Edizioni – Verdechiaro Edizioni) di Piero Ragone all’Open Space Giovani (Palazzo Carafa) di Lecce domani 22 ottobre 2016



La Libera Università di Studi Esoterici “Achille d’Angelo – Giacomo Catinella di Lecce, con il patrocinio della Città di Lecce, in collaborazione con Nexus Edizioni, Verdechiaro Edizioni, e Arcadia Lecce organizzano per il 22 ottobre 2016 alle ore 18,00 presso l’Open Space Giovani di Palazzo Carafa a Lecce in Piazza S. Oronzo nel cuore del centro storico del capoluogo salentino, la prima presentazione per la Puglia del nuovo libro dello scrittore Piero Ragone dal titolo “Dominion – le origine aliene del potere” (Verdechiaro Edizioni – Nexus). Rivoluzionando il mondo della ricerca con una verità a lungo negata, Dominion cancella un secolo di menzogne e di fantasiose reinterpretazioni dei testi sacri, facendo definitivamente chiarezza su chi sono i nostri Creatori e chi i falsi dèi che hanno sedotto l’Umanità con vuote religioni e condotto il pianeta ad un passo dal baratro.

giovedì 20 ottobre 2016

Storia sociale dell'acqua - riti e culture del prof. Paolo Sorcinelli (Per Odoya dal 27 ottobre 2016)























In Storia sociale dell’acqua, Paolo Sorcinelli ci fornisce una prova concreta della ricchezza e del fascino di un modo di fare storia come storia delle culture. L’acqua, elemento primario della vita, entrando in contatto con l’uomo assume mille facce e si impregna di mille significati. Diventa lo specchio delle paure e delle speranze, della ricchezza, della salute e delle malattie, del divertimento e del dolore degli essere umani. Il pregio di una storia sociale alla Les Annales, ma tutta italiana, sta nel fatto che vengono attribuiti meriti anche agli studiosi del Belpaese. Per esempio possiamo constatare che fu Paolo Mantegazza (1831-1910), nel suo trattato Igiene dell’amore, a fugare ogni dubbio in merito ai benefici della pulizia, quindi dell’utilizzo dell’acqua, durante il periodo mestruale. Oppure si pensi a uno dei primi studi che si occupa in maniera scientifica delle costruzioni idrauliche fluviali e dei principi di idrometria: Della natura dei fiumi, 1697 del bolognese Domenico Guglielmini, che costituirà la “grammatica” dell’architettura e dei periti d’acque del secolo seguente. Ricostruendo questo rapporto millenario (attraverso fonti documentarie spesso marginali, opere letterarie, quadri e illustrazioni) si ricompone la storia delle culture e dell’immaginario collettivo dell’Occidente. Il saggio non è solo una storia sociale dell’acqua, ma anche della pulizia, della sessualità, del pudore e dei tabù che hanno caratterizzato la società nel corso dei secoli. Tra convinzioni mediche, pregiudizi e superstizioni, uomini e donne hanno cambiato più volte il loro atteggiamento nei confronti dell’acqua, fra paura e diffidenza, sospetto e fiducia. Dal capitolo dedicato alle Ninfe e alle divinità marine, all’utilizzo dell’acqua per gli esorcismi fino alla grande paura del mare, un libro ricco anche di poesia e di spiritualità. Sorcinelli ci riporta indietro nel tempo, risalendo dai bagni medievali alle abluzioni del secolo dei Lumi e infine alle città termali e alla villeggiatura in riva al mare, marcando così le varie tappe che hanno caratterizzato la progressiva e difficile conquista di un elemento che rimane sfuggente e ostile e al contempo rasserenante e indispensabile. 

Paolo Sorcinelli, già professore presso l’Università di Bologna, ha insegnato Storia sociale, Storia del Risorgimento, Storia moderna, Storia contemporanea, nella stessa Bologna e nelle sedi decentrate di Ravenna e Rimini. Preside del corso di laurea in Culture e Tecniche del Costume e della Moda nei primi sei anni della sua istituzione, ha pubblicato una trentina di libri (fra monografie e curatele) con diverse case editrici tra cui Franco Angeli, Bruno Mondadori, Laterza, Donzelli, Utet e altre. Oltre all’insegnamento e alla ricerca, ha partecipato a trasmissioni nazionali tv e radio. Fra il 1999 e il 2009 ha ricoperto il ruolo di assessore ai Beni e alle Attività culturali presso l’Amministrazione provinciale di Pesaro e Urbino. Per Odoya ha pubblicato anche La follia della guerra. Storie dal manicomio 1940-1950 (2016).

mercoledì 5 ottobre 2016

“Sono nato cantando tra due mari – Radici e canto nella poetica di Franco Simone” di Carlo Stasi (iQdB edizioni) a Matino il 7 ottobre 2016
























Il 7 ottobre 2016 alle ore 19,00 presso il Palazzo Marchesale di Matino in P.zza S. Giorgio ci sarà la presentazione del libro di Carlo Stasi edito da iQdB Edizioni di Stefano Donno dal titolo “Sono nato cantando tra due mari – Radici e canto nella poetica di Franco Simone”.  Interverranno accanto all’autore Sonia Cataldo (Presidi del Libro di Parabita), Stefano Donno (editore) e con la partecipazione speciale del cantautore Franco Simone.  L’evento è organizzato dai Presidi del Libro di Parabita, l’Ass. Emergenze Sud e il MACMA (Museo di Arte Contemporanea di Matino) .
“Prima la musica o la poesia? Dilemma proverbiale quasi quanto quello dell’uovo e della gallina, e di fronte al quale le menti più sagge dell’antichità si sono rifugiate in miti rassicuranti come quello delle comuni origini o del loro primordiale legame ritmico e sonoro. Un legame indissolubile, in ogni caso, che ritorna puntuale ed accresciuto nelle sue infinite sfaccettature quando si è di fronte ad un personaggio di grandissima levatura quale Franco Simone, il cantautore di Acquarica del Capo che nella musica ha infuso tutta la sua poetica e sensibilità. Le canzoni, è noto, si ascoltano, si cantano, si respirano, vanno via, ma ritornano. Sono sempre con noi e portano i ricordi. Ma rappresentano anche, in alcuni particolari momenti storici, dei documenti straordinari in grado di indicarci il suono del cambiamento, come quello che riguardò i mutamenti sociali, “antropologici”, linguistici e lessicali dell’Italia del secondo dopoguerra. E a ripercorrere in maniera assolutamente originale il percorso e l’incontro di Franco Simone con quel processo, che non riguardava però solo l’Italia, è ora questo eccellente pamphlet scritto dal poeta Carlo Stasi, che con grande maestria è riuscito a mettere insieme vicende personali del cantautore, legate soprattutto alla sua infanzia ed al periodo scolastico ed universitario, alle tante canzoni che si sono ispirate proprio a quei ricordi. La figura che emerge è quella di un artista non solo legata alle canzoni d’amore, che pure hanno una notevole importanza nella sua produzione e ne hanno sancito l’iniziale fama (“Tu…e così sia” e “Respiro” fra tutte), ma anche di un uomo che “racconta esperienze non personali con una grande sensibilità ed una forte immedesimazione emotiva nei drammi della società contemporanea”. Come quello collegato al problema della deforestazione dell’Amazzonia ed alle prevaricazioni subite dalle popolazioni indigene. Una tema, quello dell’ecologismo, sempre attuale e che troverà collocazione nella magnifica “Amazzonia” del 1988. Ed un altro punto sapientemente sottolineato dall’autore è la grande passione, anzi l’amore sconfinato, che l’America Latina serba verso Franco Simone, autentico “divo” in Sudamerica con il merito aggiuntivo di aver lanciato e portato molti talenti salentini, come recentemente accaduto con Michele Cortese. (dalla prefazione di Eraldo Martucci)

Carlo Stasi, poeta, scrittore e saggista di Acquarica del Capo (Lecce), è docente di Lingua e Letteratura Inglese presso il Liceo Scientifico “De Giorgi” di Lecce. Ha pubblicato Poesie (Gabrieli, Roma 1981), La Speranza (Ricerche Poetiche) (Fasano 1984), Leucàsia (racconti, disegni e poesie) (Presicce 1993, 1996, 2001), Danza dei 7 pensieri (Bollate 2001), Leucàsia e le Due Sorelle (storie e leggende del Salento) (Cavallino 2008, 2012). Ha tenuto mostre-performances di poesia visiva a Bari (1984), Milano (1990), Como (1996, 1997), Tradate (1997), Maglie (2000), Lecce (2001-2), ecc. É inserito in numerose antologie. Collabora con articoli, saggi, recensioni, racconti e poesie a quotidiani e riviste, scrive testi per canzoni (ha inciso "Tango della Tangente", Nuova Fonit Cetra, Milano 1997), ed un suo testo poetico (“Tigi Luna”) è stato scelto e musicato dal gruppo Sud Sound System (2001). Nel 1992 ha creato la “leggenda” di Leucasia.

iQdB edizioni di Stefano Donno / Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 / 73107 Sannicola (LE) / Mail - iquadernidelbardoed@libero.it
Redazione - Mauro Marino / Social Media Communications - Anastasia Leo, Ludovica Leo

martedì 4 ottobre 2016

Sul boxer del nonno verso la poesia a cura di Alessandra Peluso alla Consulta delle Associazioni a Leverano














Il Comune di Leverano e l’Assessorato alla cultura ospitano Alessandra Peluso e il libro “Sul boxer del nonno verso la Poesia” (Salento d’Esportazione-iQdB) con la partecipazione di Tommaso Martino, scrittore, e la musica swing del duo “All Swing duo.
Vi aspettiamo tra musica e poesia Domenica 9 ottobre 2016, ore 10.30, Presso la Consulta delle Associazioni (vicino Comune) - Leverano (Lecce).
Un “vademecum” per passeggiare tra versi e pensieri. Non conosce stagioni la poesia né tempo, “comincia nel punto in cui le parole che di solito pronunciamo si rivelano banali o comunque inadeguate, quando non riescono ad esprimere il nostro rapporto con gli esseri e le cose, con le esperienze che attraversano la vita, con le esistenze con cui ci confrontiamo, di cui abbiamo bisogno di stringere il senso, di comprendere la trama, di svelare l’intreccio”. In questo “prezioso libello” gli incontri di Alessandra Peluso con Antonio Errico, Carlo Stasi, Eliana Forcignanò, Elio Coriano, Enrico Romano, Francesco Aprile, Francesco Pasca, Gianluca Conte, Giuseppe Greco, Lara Carrozzo, Marco Vetrugno, Marcello Buttazzo, Maria Pia Romano, Maurizio Leo, Anastasia Leo, Mauro Ragosta, Pierluigi Mele, Stefano Donno, Vito Adamo, Vito Antonio Conte, Walter Vergallo e Lorenzo Martina.


L'Entusiasmo e la Passione sono le prerogative necessarie affinché ogni idea, o sogno si possa realizzare, e così è stato con “Sul boxer del nonno verso la poesia”: amo la poesia, questa terra, e desidero offrire innanzitutto una cartina tornasole a chiunque voglia avvicinarsi al testo. Vorrei che i poeti di oggi siano ricordati e soprattutto, si conoscano le loro origini; vorrei..., non solo, il desiderio anche di rendere chiara l'atmosfera che si respira nel Salento, e  poi, un sogno verriano, creare rete tra di noi salentini ed esportare la nostra poesia al nord, senza presunzioni o pregiudizi di genere, solo per quell'unico grande amore che unisce ed è la POESIA”   (Alessandra Peluso). 

iQdB edizioni di Stefano Donno  (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)
Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74 - 73107 Sannicola (LE)
Redazione - Mauro Marino
Social Media Communications - Anastasia Leo, Ludovica Leo