domenica 31 gennaio 2016

"Africa addio" - Caterina Ronconi [Booktrailer]

mercoledì 27 gennaio 2016

La notte di Milano sa essere buia, l’uomo cattivo, il destino crudele. Questo libro lo è ancora di più. “Milano disco inferno” di Riccardo Besola in libreria dal 28 gennaio per Novecento Editore
























In una sera d’estate del 1975 in una stamperia di vinili, l’operaio Mario Spitz incide un codice alfanumerico alla fine del solco di un disco. Un uomo al suo fianco lo osserva con attenzione. La piccola ditta è deserta, è l’orario di chiusura. Bruno Moriago, un collega di Spitz, entra nel locale, e da quel momento in poi le cose precipitano, stravolgendo il destino dei protagonisti. Qual è il significato del codice? Perché una banda criminale e alcuni poliziotti vogliono entrarne in possesso a ogni costo? La spasmodica ricerca del disco scatenerà un vero e proprio inferno. Scordatevi i buoni e i cattivi: è una caccia al tesoro in cui vince chi resta vivo.
Perché vale la pensa di leggere Milano disco inferno? Perché è un noir ambientato in una Milano degli anni Settanta incredibilmente attuale. Perché è una storia diversa. E come tutte le storie diverse ha qualcosa di eccezionale. Perché Riccardo Besola si conferma un autore abile, istintivo e con una scrittura pungente e diretta.
 COME COMINCIA - Mario Spitz era in piedi. Stava incurvato su di un disco in vinile fissato a uno strano ripiano. Nella mano destra stringeva un punteruolo molto affilato, poco meno di un bisturi. Una piastra di metallo era agganciata per il vertice a una robusta staffa che sormontava il vinile, e sorreggeva l’avambraccio con cui Mario Spitz stava incidendo. I suoi occhiali erano appesi a una catenella di plastica, prigionieri tra il bancale di lavoro e la stoffa blu del camice. Un monocolo, simile a quello che usano orafi e orologiai, era appoggiato, quasi incassato, al suo occhio sinistro. Una guaina leggermente consunta, di pelle, era calzata intorno alla lente circolare per facilitare l’aderenza all’orbita oculare. Il suo collo era piegato, la mano ferma e attenta.

Riccardo Besola è nato a Milano nel 1974. Lavora nel settore pubblicitario televisivo. Ha pubblicato Nera la notte (Rai Eri, 2011, vincitore del Premio NarreRai), Piombo, Mala Femmina e Al bar con le ragazze (Eclissi editrice 2011, 2012, 2014). Con Andrea Ferrari e Francesco Gallone ha scritto Operazione Madonnina, Operazione Rischiatutto e Il colosso di corso Lodi (Fratelli Frilli editore, 2013, 2014, 2015), oltre ai racconti presenti nelle antologie Un giorno a Milano, Una notte a Milano (editi in questa collana, 2013, 2014), e Giallo Metropoli (Piemme, 2015).

martedì 26 gennaio 2016

Raffaele Polo con il suo “Un gelato per i corvi” (iQdB Edizioni di Stefano Donno) il 28 gennaio 2016 alla Biblioteca di Cavallino (Lecce)















Presso la Biblioteca Comunale di Cavallino G. Rizzo in via Amendola, Ausilia Reale (agente di polizia municipale) insieme all’editore Stefano Donno presenteranno il nuovo libro di Raffaele Polo Un Gelato per i corvi (iQdB Edizioni di Stefano Donno) giovedì 28 gennaio 2016 ore 17,00

Un gelato per i corvi di Raffaele Polo: Un gelato per i corvi… ovvero le improbabili indagini dell’Ufficiale Rizzo. Si parte da Lecce per il progetto IN GIALLO sul Salento di Raffaele Polo per iQdB Edizioni di Stefano Donno. L’autore affida periodicamente alla voce  dell’Ufficiale Rizzo una serie di narrazioni intrise di mistero ambientate nel Salento. Si parta da Lecce, e poi man mano una lunga scia di inchieste e indagini colorerà di suspence il tacco d’Italia. Dunque un modo diverso per far conoscere, amare e forse scoprire un territorio come quello salentino che in molti, anche specialisti del settore, definiscono come un set ideale per noir, mistery e gialli L'Ufficiale Rizzo è l'anziano dipendente di uno strano e fantomatico Ufficio Indagini della Questura di Lecce. Gli affidano sempre mansioni impossibili o piene di strane e singolari coincidenze. Ogni volta in una località diversa. Ma sempre nel Salento. Lui il suo compito lo risolve facilmente, intervallando le ricerche con letture che lo affascinano e che gli hanno creato una cultura enciclopedica indispensabile anche nei casi più intricati. Suo padre è ancora in vita ed  è ospite in una casa protetta. Ogni volta che va a trovarlo ecco che gli sottopone, i giochi più astrusi della Settimana Enigmistica,  a cui non può, vuoi per dovere filiale vuoi per una curiosità da scimmia, sottrarsi. Ha un'amica, con la quale va al cinema e che, qualche volta, sparisce per un po' di tempo, chissà dietro quale avventura... L'Ufficiale Rizzo vive in una Lecce che pochi conoscono:  un suo amico, uno scrittore semi sconosciuto, un certo Raffaele Polo, gli ha mostrato il segreto per spostarsi nel Tempo. Rizzo va e viene con facilità attraverso i propri ricordi,  arrivando perfino a non distinguere più la realtà che vive ogni giorno da quella dei suoi fantastici viaggi.  Ad ogni modo … nessun problema: show must go on, il rispetto della Legge non conosce tregua! E il Salento, terra di numerose indagini, diventa ad ogni indagine sempre più bella, più sorprendente, magica e affascinante come una donna misteriosa, che non si svela e rivela facilmente ad occhi che non possono capirla fino in fondo. 

Raffaele Polo dagli anni Sessanta, quando ancora nessuno osava ambientare nel Salento le proprie storie, scrive e pubblica racconti, novelle, articoli, romanzi, saggi, tutti ambientati a Lecce e dintorni. Nato per caso a Piacenza nel 1952, i suoi libri di maggior successo sono Gite nell'irreale (1985), Una storia leccese (1992), Libreria Antica Roma (2005), Le fiamme di Supersex (2007), Storie dal Salento (2011).

iQdB edizioni di Stefano Donno  (i Quaderni del Bardo Edizioni di Stefano Donno)

Sede Legale e Redazione: Via S. Simone 74

73107 Sannicola (LE)


Redazione - Mauro Marino

Social Media Communications - Anastasia Leo, Ludovica Leo

___________________________________________________

Biblioteca comunale "G. Rizzo" - Via Amendola /  73020 - CAvallino (Le)


tel/fax 0832612002 - mail:
biblioteca@comune.cavallino.le.it



I titoli iQdB Edizioni di Stefano Donno potete richiederli anche a

CENTRO LIBRI S.r.l.

Sede Legale: Via Galvani, 6 c/d

25010 SAN ZENO NAVIGLIO (BS)

Sede Operativa: Via Di Vittorio, 7/c

25125 BRESCIA (BS)



tel 030 3539292-3 fax 030 3539294


P.IVA 02956630178







venerdì 22 gennaio 2016

LETTERE MATRIMONIALI di Claudio Lolli (Laurana Editore). In libreria dal 26 gennaio 2016

























In un mondo di storie senza amore e di amori senza storia questo è un libro sull’amore nella nostra storia. Claudio Lolli, poeta e cantautore,  scrive con queste lettere alla moglie di amore e di storia, passando, volando, dall’intimità più profonda alla piazza, dalla piazza più grande alla piazza più piccola, dalle piazze al mondo.  In una trama sottile di pensieri e ricordi di straordinaria delicatezza, con bagliori improvvisi di desiderio e desideri, questo libro d’amore prende per mano il lettore e lo accompagna negli ultimi quarant’anni della nostra storia.  Quel camminare col caleidoscopio per città, colline e campagne – e soprattutto dentro di noi – che già rendeva uniche e preziose le sue canzoni. Scorci nitidi di poesia, emozioni individuali e collettive, ribellione e memoria. Una generazione che si scambia uno sguardo e s’intende. Una generazione che vorrebbe intendersi con i figli e prenderli per mano.

Perché vale la pena di leggere Lettere matrimoniali? Perché è un libro che è una ballata d’amore. Una ballata autentica, schietta e sincera, ma allo stesso tempo spiazzante e oscena, che mescola pubblico e privato. Perché è un libro per epistole che – al tempo di email e chat – sfiora tutte le sfumature di una storia d’amore, dando un’occhiata a Leopardi e una a Bukowski. Infine perché Claudio Lolli non è un semplice scrittore. Ma nemmeno un semplice cantautore. È un amico e un’artista che racconta e dà consigli come solo un fratello maggiore saprebbe fare. Una raccolta di lettere intrisa d’amore, poesia e musicalità. Una raccolta essenziale.

COME COMINCIA

Scendo dall’autobus (96) e non so bene dove mi trovo. Ormai lo sai, sono un tipo distratto. Per fortuna c’è un cartello sulla strada che dice: Rastignano. Già. Ma che ci faccio? Poi vedo un’altra scritta: Villa Luana. Che strano nome, penso, per una casa di riposo. Sembra il nome di una ballerina brasiliana, una di quelle che prima la fanno vedere e poi te la danno. Però adesso ho capito e salgo. La stanza è più che dignitosa. Lei è sola, legata al letto. Ventun giorni. Per fortuna, in fretta. Per fortuna per lei e per tutti noi. Parla, non parla, straparla, s’incazza e s’intenerisce. Ma c’è qualcosa che mi colpisce: ogni pomeriggio, un minuto prima di andare via, dalla finestra aperta arriva un piacevole alito di vento. I primi giorni ero contento, con la temperatura di fine giugno. Dicevo: “Vedi come si sta bene, che bel fresco che c’è”. Ma dopo ho cominciato a inquietarmi, perché quel soffio, alla stessa ora, si faceva sempre più violento e imperioso. Ho capito cos’era tornando verso la fermata del 96 che, a Rastignano, arriva quando vuole. Molto meno puntuale di quell’alito di vento.

 Con amore

mercoledì 20 gennaio 2016

La parte cattiva dell'Italia. Sud, media e immaginario collettivo di Stefano Cristante e Valentina Cremonesini (Mimesis)



Cos'è il Sud Italia nella comunicazione di massa? Come viene narrato? Queste domande hanno rappresentato il punto di partenza dell'indagine proposta in questo libro. "La parte cattiva dell'Italia" analizza con gli strumenti della sociologia della comunicazione gli elementi di un racconto meridionale che si sbriciola in una perenne altalena tra stereotipi e occasioni di innovazione. Il quadro che ne scaturisce registra una consistente rimozione dell'antica questione meridionale e un suo slittamento ideologico e semantico verso un apparentemente più tranquillizzante "Fattore M", cioè un viluppo di problematiche e di atteggiamenti interpretativi che si fanno via via più chiari indagando telegiornali e testate nazionali, siti internet e opinioni di protagonisti dell'industria culturale. Oggi che tutti gli indicatori confermano la drammatica condizione del Sud all'interno di una crisi profonda e perdurante, occorre ammettere che la rimozione di un terzo dell'Italia dal dibattito nazionale non aiuta né il Sud né l'Italia.

martedì 19 gennaio 2016

In libreria per FAZI Editore LIFE AND DEATH + TWILIGHT, Edizione speciale 10 anni, Stephenie Meyer




















Ritorna il fenomeno mondiale che ha conquistato più di 155 milioni di lettori in tutto il mondo (oltre 5 milioni solo in Italia). Una speciale doppia edizione in unico volume double-face per il decimo anniversario di Twilight, con un capitolo inedito della saga: Life and Death, un'originale riscrittura di Twilight che riapre le porte del piccolo mondo di Forks, ma questa volta la storia è narrata attraverso la tecnica del gender swap, ossia invertendo i sessi dei protagonisti e introducendo nuovi personaggi e la sorpresa di un finale completamente nuovo. Un milione di copie vendute in poche settimane negli Stati Uniti. In corso di pubblicazione in Francia, Olanda, Germania, Spagna, America Latina, Messico, Brasile, Portogallo, Svezia, Finlandia, Danimarca, Cina. Questo volume apre la nostra nuova collana Lainya, dedicata al mondo young adult.
LIFE AND DEATH Nello stato di Washington c’è la cittadina più piovosa d’America. La conoscono bene Edward Cullen e Bella Swan, i protagonisti di Twilight. Lei, dolce ragazza qualunque; lui, giovane misterioso con un segreto inconfessabile. La loro storia d’amore ha conquistato i cuori di tutti. Ma cosa succederebbe se i ruoli si ribaltassero? Se non fosse lui la creatura straordinaria, l’eroe meraviglioso dotato di capacità sovrumane ma… lei? Beaufort è un ragazzo alto e dinoccolato trasferitosi dall’Arizona. Quando incontra la bellissima Edythe, non sa che la fortissima attrazione che prova per lei potrebbe essere la sua rovina…
TWILIGHT Bella si è appena trasferita a Forks, la città più piovosa d’America. È il primo giorno nella nuova scuola e, quando incontra Edward Cullen, la sua vita prende una piega inaspettata e pericolosa. Con la pelle diafana, i capelli di bronzo, i denti luccicanti, gli occhi color oro, Edward è algido e impenetrabile, talmente bello da sembrare irreale. Tra i due nasce un’amicizia dapprima sospettosa, poi più intima, che presto si trasforma in un’attrazione travolgente. Finora Edward è riuscito a tenere nascosto il suo segreto, ma Bella è intenzionata a scoprirlo. Quello che ancora non sa è che più gli si avvicina maggiori sono i rischi per lei e per chi le sta accanto… Mentre nella vicina riserva indiana riprendono a circolare inquietanti leggende, un dubbio si fa strada nella mente di Bella. Il sogno romantico che sta vivendo potrebbe essere in realtà l’incubo che popola le sue notti. Profondamente seducente e intriso di una suspense straordinaria, Twilight è diventato un classico moderno, ridefinendo i generi all'interno della letteratura young adult e dando vita a un vero e proprio fenomeno di culto.

Stephenie Meyer è nata nel 1973. Vive in Arizona con il marito e i tre figli. La serie bestseller che l’ha portata al successo è iniziata con Twilight (Fazi, 2006) e proseguita poi con New Moon (2007), Eclipse (2007), Breaking Dawn (2008) e La breve seconda vita di Bree Tanner (2010), che hanno venduto complessivamente oltre 5 milioni di copie.