mercoledì 4 gennaio 2012

Il meglio di me di Nicholas Sparks (Frassinelli)
























Tutti volevano credere che si potesse amare per sempre. Lei ci aveva creduto una volta, aveva diciotto anni... Nella primavera del 1984, quando frequentavano il liceo, Amanda e Dawson si erano innamorati: profondamente, irrevocabilmente. Nonostante appartenessero a due mondi opposti, il loro amore sembrava tanto grande da sfidare le regole della vita di Oriental, la cittadina del North Carolina dove erano cresciuti. Dawson, segnato dalla violenza della sua famiglia, pensava che il sentimento per Amanda lo avrebbe riscattato da un destino di solitudine e infelicità. Per lei, Dawson era uno spirito libero e appassionato, tutto quello che la sua rigida educazione di ragazza perfetta le aveva negato. Ma alla fine di quell'ultima estate, imprevedibile e fulminea come un temporale d'agosto, le loro strade si erano bruscamente divise. Ora, venticinque anni dopo, Amanda e Dawson si ritrovano a Oriental per il funerale di Tuck, il vecchio amico che un tempo aveva dato rifugio alla loro giovane passione. Nessuno dei due ha avuto la vita che sperava... e nessuno dei due ha dimenticato il primo sconvolgente amore che li aveva cambiati per sempre. Mentre eseguono le ultime volontà di Tuck, espresse in due lettere, scoprono in quelle pagine verità impensabili su chi è rimasto, chi se n'è andato e soprattutto sul loro legame. Costretti ad affrontare ricordi dolorosi, Amanda e Dawson verranno a conoscere i veri motivi delle scelte fatte nel passato. Si buttano giù come un bicchiere d’acqua fresca e cristallina, i romanzi di Nicholas Sparks. Forse perché l’autore è un maestro del Romance con all’attivo ben diciotto romanzi tradotti in più di quaranta lingue, forse perché i suoi ambienti e personaggi, più volte trasposti per il cinema e la tv, sono entrati ormai nell’immaginario collettivo. Di certo leggendo la sua prosa sciolta e ammiccante non ci stupisce il suo successo da 80 milioni di copie. Protagonista assoluta, anche in questo caso come in molti suoi romanzi, è una certa periferia americana: piccole città che orbitano intorno ai grandi centri urbani, dove le persone conservano i valori della tradizione anglosassone e i destini delle famiglie si incrociano creando storie e imperi commerciali. La piccola cittadina di Oriental, in North Carolina, non fa eccezione. Da quelle parti tutti conoscono la storia dei Cole, la famiglia di Dawson, una vera e propria dinastia di piccoli delinquenti, a partire dal padre e dagli zii, per finire ai numerosi cugini maschi, cresciuti in un ambiente violento e selvaggio, abbandonati al loro destino di alcolizzati e avanzi di galera. Ma Dawson è diverso. Figlio di una madre sconosciuta, presto decide di sfuggire alle angherie di suo padre e dei suoi cugini maggiori per stabilirsi nel garage di Tuck. Anche lui è un uomo solo e taciturno, vedovo da qualche anno, non ha molto da offrire a quel ragazzino scappato di casa, ma ogni tanto gli lascia riparare qualche vecchia auto e gli allunga un piatto di minestra. I due uomini non hanno mai fatto delle lunghe chiacchierate, ma si sono sempre capiti fino in fondo, forse perché nel loro cuore pesa lo stesso macigno.
Come abbia fatto Amanda, figlia di ottima famiglia, la più bella ragazza di Oriental, dolce, brillante e con un promettente avvenire, a mescolare la sua vita con quella di Dawson è un mistero che solo un maestro come Nicholas Sparks può spiegare. Tra le pagine di questo trascinante romanzo vediamo come un amore incondizionato riesca a crescere anche nelle situazioni più difficili, vediamo due giovani disposti a rinunciare a tutto pur di stare insieme, ma anche l’inevitabile separazione, la sofferenza e la malinconia che attanaglierà i loro cuori malgrado il passare degli anni.
Sarà la morte del vecchio Tuck, a distanza di venticinque anni dal loro addio, a riportare i due ragazzi, ormai adulti, nei luoghi della loro unione, dove rivivranno le emozioni e le paure che sembravano ormai seppellite. Decidere di assecondare i propri desideri o far prevalere la razionalità? Sarà una lunga lettera di Tuck a stabilire la rotta, un’eredità che nessuno si sarebbe mai aspettato e che forse cambierà le loro vite per sempre.

Nessun commento:

Posta un commento