domenica 6 aprile 2014

Il mondo non mi deve nulla, di Massimo Carlotto, Edizioni e/o, 2014. Intervento di Alessandra Peluso



Il mondo non mi deve nulla” è una storia insolita altalenante tra il paradosso e un'ironica visione della realtà.
Massimo Carlotto sorprende raccontandoci l'incontro tra il ladro e la malcapitata - che tale non sarà - signora da derubare.
Offre una sospensione surreale di mitigata sofferenza e ad un certo punto ti chiedi chi è lo sfortunato dei due? Forse sono io?
Lise è stata una croupier, una ricca signora che vive nella solitudine della sua villa a Rimini dopo una vita dedicata ad accumulare denaro nei casinò a scapito di tanti malcapitati; mentre, Adelmo, il ladro, non ha nulla, deve fare i conti con le bollette e debiti da pagare.
L'incontro fortuito tra due solitudini, due vuoti che sapranno colmarsi a vicenda: «Sono sola, non ho nessuno. Il mio è stato un fallimento completo. Solo il denaro ha potuto mascherare la miseria della mia esistenza perché mi ha permesso di consumare il tempo comprandolo. Ma tra un anno non posso più farlo. La realtà è troppo spietata, non riesco a vivere». (p. 41). Queste le parole autentiche di Lise che ha dedicato la sua vita alla menzogna.
È un'affascinante teatro pirandelliano di finzioni e maschere, di verità e confessioni.   
È surreale, l'autore ha questa grande capacità di dimostrare come invece ciò accade e appassiona questo incontro vorace, passionale, bizzarro.
Chissà dove la trama condurrà il lettore.
Nel vortice dell'esistenza due figure si incontrano nell'abile penna di Carlotto e dimostrano di essere  consapevoli di avere tutto e di non dover dare più nulla al mondo. Forse.
Sarà l'amore a dare un senso alla vita. L'amore è l'ingrediente principale, fornisce spiegazioni, chiarimenti, possibilità.
L'autore gioca servendosi di Lise e Adelmo, ricchezza e povertà, intelligenza, scaltrezza e misera grettezza, fa suo il linguaggio semplice, autentico senza ricorrere a ghirigori o artifici stilistici. Intrattiene il lettore svelando significati e destini di una donna arrivata all'apice della sua esistenza ed un giovane ancora in tempo a regalarsi un'opportunità.
 Il mondo non mi deve nulla” di Massimo Carlotto è una storia di alchimia e un disperato bisogno d'amore, il tutto armonicamente condito di ironia e  drammatica comicità.   
    

Nessun commento:

Posta un commento