venerdì 26 luglio 2013

Felice per quello che sei. Confessioni di una buddista emotiva di Rossana Campo (Perrone). Intervento di Nunzio Festa



Con un libro fast per uno slow food per anime in delirio, Rossana Campo prova in 107 pagine a mettere insieme esperienze, insegnamenti e consigli per l'uso corretto del proprio stare al mondo. Attraverso la semplicità arriva all'anima dei lettori più inesperti e impreparati disegnando la fede buddista con tutti i colori del cosmo inteso come flusso di energia vita-morte-vita. Il titolo del libro è fondamentalmente il primo degli insegnamenti buddisti che Rossana Campo vorrebbe offrire come tesoro alle sue lettrici e ai suoi lettori poichè è solo partendo dall'accettazione di se stessi che si può accettare il circostante, aprire l'anima a esso. Il buddismo, al contrario d'altre religioni, non scinde l'anima dal corpo, né punisce o separa il bene dal male. Il buddismo è la pratica dell'armonia. Armonia è tutto quel che respira con lo stesso fiato: il creato tutto quindi. Tornando indietro di secoli, la Campo percorre sentieri già stati d'altri orientali per sconfiggere l'oscurità dell'infelicità della vita fatti di studi, interpretazioni e contaminazioni. L'esperienza della perdita, della morte, della malattia intese come motivi d'infelicità, può essere superata soltanto con la meditazione; la quale, grazie all'insegnamento di Budda, può aprire il varco della felicità spogliandosi delle croste d'ipocrisia e vigliaccheria, delle maschere sociali che ci s'impone di indossare, delle colpe d'infelicità che si attribuiscono a cause esterne. Il cammino verso l'illuminazione è fatto di empatia con l'universo inteso come flusso costante in continuo mutamento dentro al quale c'è ognuno di noi. Il sentirsi parte di un insieme così immenso e complesso può verificarsi solo a un patto: accettare se stessi e con amore trasformare l'ignoranza e l'infelicità in compassione per tutti gli esseri. Tale filosofia ai tempi d'oggi in un occidente frenetico e fatto di tradizioni cattoliche assunte per dna e malattie psicosomatiche, sembra quasi una cura, uno spiraglio di luce. La possibilità di cambiare il Karma è uno degli insegnamenti fondamentali per la filosofia orientale insieme alla simultaneità di causa-effetto a noi occidentali sconosciuta. Una carrellata di personaggi tra i quali draghi, samurai e bimbe-animale vecchi secoli e sempre presenti nel flusso dell'universo accanto a donne disperate, giovani drogati, scrittrici in panico contemporanei a racchiudere il segreto meravigliosamente accessibile del sutra della meravigliosa legge del loto. Un libro per tutte le anime. Perché ognuna di esse ha il diritto di diventare migliore.

Nessun commento:

Posta un commento