lunedì 9 aprile 2012

In uscita il 10 maggio 2012, “Il padre d’inverno” (Racconti inediti) di Andre Dubus . Traduzione e cura di Nicola Manuppelli. Prefazione di James Lee Burke.


Dopo il successo di critica e pubblico per la pubblicazione di Non abitiamo più qui e Voci dalla luna arrivano i racconti inediti dello scrittore americano Andre Dubus. Una raccolta di storie che confermano il grande talento di quello che è riconosciuto come uno dei più grandi maestri e autori di short stories. Matrimonio e divorzio, crimine e redenzione, abbandono e speranza. Dieci storie, dieci frammenti di vita quotidiana. Dopo Non abitiamo più qui e Voci dalla luna, la prima raccolta italiana di racconti di Andre Dubus. Storie potenti che indagano gli aspetti più intimi della vita investendo tutte le sfumature dell’amore: dal desiderio erotico all’affetto paterno, all’odio inteso come amore disperato. Racconti delicati o violenti come Uccisioni in cui un padre deve vendicare la morte del figlio. Storie di camerieri, giocatori di baseball, coppie che smettono di comunicare e genitori che cercano disperatamente di riprendere a farlo con i propri figli. Come uno storyteller moderno Dubus è capace di svelare la vita segreta delle persone comuni e la loro ricerca, talvolta impacciata ma inesauribile, della luce.

Andre Dubus (1936-1999), maestro nell’arte del racconto o romanzo breve, è stato anche saggista, biografo e sceneggiatore, aggiudicandosi svariati premi letterari. Amico fraterno di Kurt Vonnegut, Richard Yates, Edgar Laurence Doctorow e scrittore di culto per autori come Dennis Lehane, Peter Orner e Stephen King ha dedicato quasi tutta la sua vita a scrivere racconti e insegnare scrittura creativa. Da un suo racconto è stato tratto il film In the bedroom, mentre dai tre racconti riuniti in Non abitiamo più qui (Mattioli1885, 2009) è stato tratto il film I giochi dei grandi, premiato al Sundance Festival 2004 con protagonista Naomi Watts. Di Andre Dubus Mattioli1885 ha pubblicato anche il romanzo breve o racconto lungo Voci dalla luna (2011).

Nessun commento:

Posta un commento